Foto: Eric DeMonval

Decine di persone uccise nell'esplosione vicino all'ospedale di Hodeidah

Il 2 agosto 2018 approssimativamente alle 17:15 dozzine di persone sono state uccise in un attacco all'ospedale Al Thawarah nella città di Hodeida.

Azione contro la Fame gestisce il pi√Ļ grande¬†centro per il trattamento della¬†diarrea di Hodeida¬†(DTC) situato¬†nell'area¬†dell'ospedale.¬†L'esplosione √® avvenuta a circa 10 metri dall'entrata dell'ospedale¬†e a 20-25 metri dal DTC.¬†

Il nostro staff riferisce che il personale ospedaliero sta ancora lottando per far fronte al gran numero di feriti. Inoltre, l'attacco ha diffuso il panico tra la popolazione già traumatizzata di Hodeidah .

Al Thawarah è l'ospedale principale e uno dei pochi ospedali funzionanti nel governorato di Hodeidah, dove molti civili vengono a cercare assistenza sanitaria ogni giorno. Il centro di trattamento per la diarrea di Azione contro la Fame ha una capacità di 100 posti letto e, in quanto tale, è cruciale per il trattamentodel  numero sempre crescente dei casi di diarrea acquosa acuta (AWD) e dei sospetti casi di colera. Il centro stesso non è stato danneggiatonell'esplosione, tuttavia l'esplosione ha diffuso il panico tra i pazienti e il personale. 23 pazienti, inclusi casi confermati di colera , erano all'interno del centro al momento dell'attacco.

Affinché Azione contro la Fame e altre organizzazioni umanitarie possano essere in grado di arginare la diarrea acuta e l'epidemia di colera e salvare la vita delle persone che hanno contratto quelle malattie, il centro deve rimanere pienamente operativo e libero da qualsiasi attività militare. L'ospedale Al Thawarah e il DTC sono chiaramente contrassegnati come strutture civili, e come tali godono di una protezione completa sotto il diritto internazionale umanitario (IHL).

Stephanie Lord, la Coordinatrice di campo per Hodeida e Hajjah dice : "Non possiamo spostare i pazienti che sono risultati positivi al colera e con sintomi gravi, perché si rischierebbe la contaminazione e la diffusione della malattia in tutta la città. I pazienti ora sono spaventati e comprensibilmente alcuni hanno cercato di lasciare il centro, altri se ne sono andati, il che implica il rischio che presto saranno fuori dalla nostra portata, aumentando ulteriormente la probabilità di contagio".

Nel mezzo di un'offensiva militare e una rottura di tutti i servizi di base, l'area di Almahwat di Hodeida, dove si trova l'ospedale di Al Thawarah, √® stata recentemente oggetto di numerosi attacchi aerei, causando paura e sofferenza tra la popolazione rimasta in citt√†. Inoltre, le organizzazioni locali e internazionali stanno lottando sempre di pi√Ļ per fornire aiuti e servizi, dato che lo spazio umanitario si sta riducendo e le possibilit√† di fornire un ambiente sicuro affinch√© i civili ricevano l'aiuto necessario continuano a diminuire. L'ospedale √® uno dei pochi edifici non militarizzati, e come tale deve rimanere un rifugio sicuro per le persone che cercano servizi di assistenza sanitaria di base.

"Non possiamo trattare adeguatamente la diarrea acuta e le epidemie di colera in queste circostanze, e mentre i civili sono presi di mira con attacchi a un ospedale", ha detto Valentina Ferrante, direttrice Paese di Azione contro la Fame in Yemen, e ha aggiunto: "Questo sito dovrebbe essere stato omesso come obiettivo da tutte le parti. Le parti in guerra devono rispettare i loro obblighi ai sensi del diritto internazionale umanitario affinché noi possiamo continuare con il nostro lavoro, e i civili possano accedere senza ostacoli a una delle poche strutture che rimangono in città per soddisfare i loro bisogni e diritti umani fondamentali ".

Tag
"