Giornata mondiale della sicurezza alimentare | Azione contro la Fame
Giornata mondiale della sicurezza alimentare
Giornata mondiale della sicurezza alimentare

Giornata mondiale della sicurezza alimentare

Il 7 giugno è la giornata mondiale della sicurezza alimentare, tema su cui è particolarmente importante riflettere in questo momento storico caratterizzato da profonde crisi economiche e sociali che colpiscono soprattutto le popolazioni più vulnerabili. Una dieta sana ed equilibrata è fondamentale per garantire la salute ed il benessere di ognuno. 

Secondo i dati più recenti, oggi nel mondo una persona su tre non ha accesso ad una dieta sana che risponda al proprio fabbisogno nutritivo. Si tratta di un numero che negli ultimi anni è aumentato vertiginosamente. Si stima, infatti, che nel 2020 148 milioni di persone in più rispetto all’anno precedente abbiano sofferto di insicurezza alimentare. 

Quali sono le cause principali all’origine di questa crescita ?

Il cambiamento climatico è sicuramente uno dei fattori che ha contribuito ad aggravare questa situazione.

Nella regione del Sahel, che include Paesi come il Mali, il Niger e la Mauritania, la siccità che ha colpito il territorio ormai da anni impedisce alle popolazioni di coltivare il proprio raccolto e di potersi sostenere autonomamente. La situazione diventa ancora più drammatica intorno al mese di giugno, periodo in cui le poche riserve alimentari si esauriscono e i prezzi degli alimenti aumentano.

Quest’anno, tuttavia, lo scenario che si prospetta in Sahel sarà ancora più grave: l'aumento eccezionale dei prezzi che si verifica solitamente durante la stagione della fame sarà amplificato ulteriormente dalla crisi in Ucraina e dall’impatto che la guerra nel Paese sta avendo sul commercio internazionale di beni alimentari.

I conflitti, infatti, sono tra le principali cause dell’insicurezza alimentare. Negli ultimi anni i Paesi colpiti da guerre sono tra quelli che mostrano le più alte percentuali di popolazione che non può permettersi una dieta sana. I conflitti quindi, in relazione con altri fattori, diminuiscono drasticamente la possibilità di garantire una sicurezza alimentare.

Ma cosa significa sicurezza alimentare?

"La sicurezza alimentare esiste quando tutte le persone, in ogni momento, hanno accesso fisico ed economico a cibo sufficiente, sicuro e nutriente che soddisfi i loro bisogni dietetici e le loro preferenze alimentari per una vita attiva e sana” (World Food Summit, 1996).

Il concetto di sicurezza alimentare si è evoluto nel tempo. Il termine nasce intorno al 1970, quando la World Food Conference definì la sicurezza alimentare. Nel tempo la definizione si è arricchita e negli ultimi anni gli aspetti più etici, legati ai diritti umani, sono stati presi in considerazione in merito al concetto del “Diritto al cibo”. Nel 2001, durante il World Food Summit, la FAO ha aggiunto alla definizione il termine “sociale”, ampliando la visione del problema che dunque non viene più inteso solamente come scarsa disponibilità al cibo, ma anche in termini di difficoltà di accesso ai mezzi necessari per procurarselo, introducendo l’aspetto nutrizionale.

Il concetto di sicurezza alimentare include quindi quattro sottodimensioni:

  • Disponibilità di cibo: La disponibilità di quantità sufficienti di cibo di qualità, garantito attraverso la produzione interna o le importazioni (compresi gli aiuti alimentari).
  • Accesso al cibo: L'accesso a risorse adeguate all’acquisto di alimenti appropriati per una dieta nutriente.
  • Uso: Il modo in cui il cibo viene usato, cioè la distribuzione del cibo nella famiglia, la sua preparazione e il suo a assorbimento al livello individuale.
  • Stabilità: Per essere sicuri dal punto di vista alimentare, una popolazione, una famiglia o un individuo devono avere accesso a cibo adeguato in ogni momento. Non devono rischiare di perderlo a causa di shock improvvisi (ad esempio, una crisi economica o climatica) o di eventi ciclici (ad esempio, l'insicurezza alimentare stagionale).

Azione contro la Fame vede gli interventi di sviluppo come il mezzo per affrontare le cause più profonde della fame. Come organizzazione, il nostro obiettivo è di supportare le comunità più vulnerabili aiutandole a costruire una sicurezza alimentare attraverso mezzi di sussistenza, volti a rendere la produzione agricola più resiliente alle nuove realtà che si stanno verificando nel mondo. 

Ogni persona, per trovarsi in una condizione di sicurezza alimentare, deve poter avere accesso costante e durato a cibo sicuro e nutriente, che permetta di mantenere una vita attiva e sana.

Sostieni le comunità più vulnerabili
e la loro sicurezza alimentare

La tua donazione mensile può salvare la vita!

"