Operatori umanitari attaccati tra Mambasa e Kisangani | Azione contro la Fame
Operatori umanitari in RDC

Operatori umanitari attaccati tra Mambasa e Kisangani

Il 27 maggio 2022 un team di operatori umanitari di Azione contro la Fame diretto a Mambasa è stato attaccato mentre era di stanza in un villaggio per la notte. Un'auto è stata data alle fiamme e altre due auto sono state prese a sassate. I membri della squadra sono sani e salvi ma particolarmente sconvolti dalla violenza degli eventi. Sono stati rimpatriati a Mambasa, dove hanno ricevuto soccorso.

Anche se i primi elementi suggeriscono che questo attacco non intendeva prendere di mira direttamente i nostri operatori umanitari, Azione contro la Fame condanna fermamente gli atti violenti della scorsa notte di cui gli operatori sono stati vittima. Ci auguriamo si faccia luce sull’accaduto perché nulla giustifica l'attacco agli operatori umanitari. Vorremmo anche ringraziare le autorità congolesi che hanno ospitato la nostra squadra”, spiega Giovanni Sciolto, Country Director di Azione contro la Fame nella Repubblica Democratica del Congo.

Gli operatori umanitari devono essere rispettati per garantire aiuti vitali a milioni di persone. Nella Repubblica Democratica del Congo, 27 milioni di persone dipendono dagli aiuti umanitari.

Azione contro la Fame opera nella Repubblica Democratica del Congo dal 1997. L'organizzazione svolge attività nel Nord Kivu, Ituri, Kasaï e Kasaï orientale. Una squadra mobile di emergenza interviene anche in tutto il Paese per operazioni di risposta alle allerte nutrizionali. Azione contro la Fame svolge attività nel paese negli ambiti: nutrizione e della salute, acqua e igiene, salute mentale, cure, sicurezza alimentare e sussistenza. Nel 2021, Azione contro la Fame ha sostenuto 950.000 persone nel Paese.

Sostieni l'intervento
degli operatori umanitari
Tag

La tua donazione mensile può salvare la vita!

"