Africa

CICLONE IDAI: LA RISPOSTA DI AZIONE CONTRO LA FAME IN MOZAMBICO E ZIMBABWE

Aggiornamenti dal campo

CICLONE IDAI IN MOZAMBICO, DOPO IL DISASTRO È EMERGENZA COLERA

Gambia: i cambiamenti climatici aumentano la fame

La produzione agricola di quest’anno è stata  del 35% inferiore alla media degli ultimi cinque anni a causa di siccità, inondazioni  e venti impetuosi che colpiscono il Paese. Tre bambini su quattro soffrono di anemia.

Abbiamo cominciato a lavorare nel Paese con un intervento integrato di nutrizione, salute, acqua e mezzi di sussistenza.

Guerra e Fame: dati allarmanti

“La guerra crea fame e la fame scatena conflitti; i dati allarmanti del nostro rapporto confermano un legame strettissimo e devastante tra guerra e fame.

Giornata mondiale del Rifugiato

La Giornata Mondiale del Rifugiato viene celebrata ogni 20 giugno, per commemorare tutte le persone che sono state costrette a fuggire dalle loro case. Secondo i dati dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati sono 66 milioni gli sfollati forzati nel mondo. Oltre a questa cifra, ci sono altri dati che vale la pena ribadire in questo giorno:

Egitto

Il lavoro di Azione contro la Fame in Egitto è stato finalizzato al miglioramento della situazione socioeconomica delle comunità più vulnerabili, in particolare di bambini, giovani, donne e uomini nelle aree rurali e urbane attraverso i settori di sussistenza, acqua e salute.

Malawi

L'Indice mondiale del rischio climatico del 2017 elenca il Malawi come il terzo paese più colpito in termini di perdite legate al clima.

Spostamenti ed espulsioni, il circolo della vulnerabilità

Tra luglio 2011 e giugno 2012, una forte siccità colpisce il Corno d'Africa e provoca una grave crisi alimentare in Somalia, Etiopia, Kenya e Gibuti, mettendo in pericolo di vita circa 9,5 milioni di persone. 

Molti rifugiati del Sud della Somalia fuggono nei Paesi vicini, come il Kenya. A Mogadiscio, il sovraffollamento, le condizioni insalubri e gli alti tassi di denutrizione acuta grave portano alla morte di un numero significativo di persone. 

Malawi, 500.000 bambini a rischio malnutrizione

Tutto è cominciato tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015, con la siccità e una quantità insolita di piogge che hanno danneggiato le coltivazioni in Malawi, e la situazione è peggiorata nello scorso anno. Secondo alcune stime*, circa 2,8 milioni di persone nel Paese si trovano a fare i conti con una grave mancanza di cibo e hanno urgentemente bisogno di aiuti. Tra questi, 537.000 sono bambini con meno di cinque anni.

Camerun

Data la sua posizione geografica e la stabilità economica, il Camerun rappresenta una terra di rifugio per gli sfollati dai paesi vicini. Il conflitto politico nella Repubblica Centrafricana e le violenze legate all'ascesa di Boko Haram nella regione del Lago Ciad hanno provocato un afflusso di rifugiati e sfollati interni.

Abbonamento a RSS - Africa
"