Territori Palestinesi Occupati | Countries | Azione contro la Fame

Territori Palestinesi Occupati

Territori Palestinesi Occupati: il cessate il fuoco tra Israele e i gruppi palestinesi

Azione contro la Fame accoglie con favore il cessate il fuoco tra Israele e i gruppi palestinesi a Gaza annunciato nella giornata di ieri (20 maggio). Adesso è fondamentale che il cessate il fuoco sia sostenuto, così da permettere alle organizzazioni umanitarie di accedere alle persone che hanno bisogno di aiuto, di rispondere ai bisogni urgenti e di alleviare le sofferenze dei civili a Gaza, con particolare riferimento ai bambini.

Gaza: a rischio di collasso i servizi di base

Il conflitto in corso tra Israele e i gruppi armati palestinesi, a Gaza, sta determinando il danneggiamento o, addirittura, la distruzione di strutture che erogano servizi di base, come ospedali, strade, impianti di desalinizzazione e scuole.

Escalation di violenze mette a rischio servizi essenziali da cui dipendono migliaia di vulnerabili

Azione contro la Fame esprime la sua preoccupazione per l’attuale escalation di violenze in Israele e nei Territori Palestinesi Occupati, che ha provocato, dallo scorso 10 maggio, la morte di 59 persone, compresi 15 bambini. La violenza è aumentata a Gerusalemme e, in particolare, nella “Città Vecchia”, intorno alla moschea di Al-Aqsa e anche nell'area di Sheikh Jarrah (Gerusalemme Est), dove quattro famiglie palestinesi sono a rischio imminente di sgombero forzato.

DONNE CONTRO LA FAME - Wafaa e Hanaa

La demolizione di Khan al Ahmar è contraria al diritto umanitario internazionale

Le operazioni del governo israeliano rappresentano una violazione del diritto internazionale.

I 181 residenti di Khan Al Ahmar hanno dovuto affrontare per anni frequenti incursioni militari, demolizioni e confisca delle proprietĂ  della comunitĂ  nel tentativo di costringerli a trasferirsi. Le autoritĂ  israeliane stanno progettando di trasferire gli abitanti di Khan Al Ahmar in un'area vicino a una discarica di Jabal West, un luogo che i residenti di Khan al-Ahmar rifiutano categoricamente.

Palestina: istruzione sotto attacco. A rischio 60 scuole della West Bank

Le agenzie umanitarie di soccorso Azione contro la Fame, Norwegian Refugee Council e Save the Children hanno avvertito ieri che una scuola elementare palestinese, costruita con fondi di donatori europei, potrebbe essere demolita nei prossimi giorni da parte delle autorità israeliane, dopo che l'Alta Corte di Giustizia israeliana ha respinto una petizione per salvaguardarla.

Allarme per le scuole palestinesi attaccate prima del nuovo anno scolastico

Nelle ultime due settimane di agosto, tre strutture educative sono state prese di mira dalle autoritĂ  israeliane.

Dieci donne di Gaza raccontano 10 anni di blocco

Dieci letture di un Decennio Bloccato (Ten Readings of a Blocked Decade) è una mostra fotografica che viaggerà da Gaza a Gerusalemme e successivamente a Bruxelles. Il suo scopo è quello di mostrare la vita durante l’embargo, con particolare riguardo alle capofamiglia donne.

"Troveremo un modo, Inshallah" è stata la risposta più comune che abbiamo ricevuto da Amira, Eman, Wafaa e Hanaa quando rivolgevamo loro domande sull'accesso a servizi essenziali come acqua e servizi igienici e sull'impatto dell’ultima guerra sulla loro vita e i loro piani per il futuro. 

Territori Palestinesi Occupati

La Cisgiordania e Gaza sono territori palestinesi sotto il controllo di Israele dalla guerra dei sei giorni del 1967. Le tensioni politiche di lunga data tra Israele e Palestina su queste regioni contese - tra cui Gerusalemme Est - vanno avanti da decenno e il risultato finale è un'instabilità politica cronica e gravi restrizioni commerciali, che hanno avuto effetti devastanti sui mezzi di sostentamento locali, sulle opportunità economiche, sulle condizioni igienico-sanitarie e sul consumo alimentare delle famiglie, rendendo la vita ancora più precaria per una popolazione già a rischio.

Abbonamento a RSS - Territori Palestinesi Occupati
"