news

Babywash e i primi 1000 giorni

Il 19 novembre è il World Toilet Day, un'occasione per ricordare che sono ancora troppe le persone prive di accesso ai servizi igienici.

Habibur, Selim e Monina: un briciolo di creatività può fare miracoli per l'igiene di un campo profughi

Il 19 novembre è il World Toilet Day, un'occasione per ricordare che sono ancora troppe le persone prive di accesso ai servizi igienici. Ma è anche un'occasione per celebrare chi, giorno dopo giorno, cerca di cambiare la stituazione - con un briciolo di creatività! 

World Toilet Day

Il 19 novembre 2013 è stata dichiarata la Giornata Mondiale del Gabinetto (GMG) - o World Toilet Day - dalle Nazioni Unite. Il suo obiettivo è ricordare che milioni di persone al mondo non hanno ancora oggi accesso alle strutture sanitarie di base.

PIÙ DI UN MILIONE DI VENEZUELANI HANNO BISOGNO DI AIUTI UMANITARI IN COLOMBIA

  • Le cifre ufficiali parlano di 1.1 milioni di venezuelani  entrati in Colombia, la metà circa per rimanere nel Paese e il resto per proseguire verso l’Ecuador, il Perù o il Brasile. In totale, 2.3 milioni di persone (considerando le cifre ufficiali) hanno lasciato il Venezuela.
  • La maggior parte di loro vive per strada, senza accesso garantito al cibo e ai servizi sanitari.. I casi di violenza sessuale sono  aumentati rendendo le donne un gruppo particolarmente  vulnerabile.

Stop Hunger Crime

Al Forum della pace di Parigi, che si terrà dall'11 al 13 novembre 2018, Azione contro la Fame lancia la sua nuova campagna internazionale #StopHungerCrime. Con questo hashtag forte e provocatorio, Azione contro la Fame denuncia l'uso della fame come arma di guerra e si sforza di coinvolgere il maggior numero di persone in difesa di questa causa.

STORIE DAL GUATEMALA: MARILY

Marily, Guatemala: "È molto triste vedere le grandi ripercussioni che la malnutrizione ha sullo sviluppo dei bambini e persino sullo sviluppo del mio Paese".

STORIE DAL GUATEMALA: JESSICA

Jéssica, Guatemala: "da quando ero piccola, ho sempre voluto entrare nella Sanità pubblica per poter aiutare le persone”.

STORIE DAL GUATEMALA: RIGOBERTO

Rigoberto, Guatemala: “sono stato formato sulla conservazione del suolo e adesso sono leader della comunità”.

STORIE DAL GUATEMALA: LIDIA

Lidia, Guatemala: “Siamo sempre stati poveri, non abbiamo mai avuto terreni né una casa tutta nostra”.

CORRUZIONE, CLIMA, POVERTÀ: LE SFIDE CHE ATTENDONO IL GUATEMALA

Il Paese più popoloso dell’America Centrale, con 17 milioni di abitanti, deve affrontare una situazione alimentare, climatica e politica molto precaria. Il Guatemala ha dovuto far fronte ad importanti fenomeni climatici, come quello di “El Niño”, che ha danneggiato le coltivazioni e più di un 1 milione di case.


Pagine

Abbonamento a RSS - news
"