Supporto psicologico Azione contro la FameSupporto psicologico Azione contro la Fame

Supporto psicologico

La fame, i conflitti e i disastri naturali possono avere un enorme impatto sulla salute mentale delle persone

La fame, i conflitti e i disastri naturali possono avere un enorme impatto sulla salute mentale delle persone, in particolare nelle comunità più vulnerabili del mondo.

Nei Paesi in cui interveniamo, le persone sono costrette ad affrontare più crisi nello stesso momento e spesso devono far fronte anche a minacce come quella della fame e delle malattie.

Problemi di salute mentale come depressione, stress post-traumatico e ansia sono comuni.

La salute mentale delle madri

Le emergenze umanitarie, come conflitti e disastri naturali, espongono i bambini più piccoli al rischio di malnutrizione, malattie e ritardo nello sviluppo.

La malnutrizione ha più cause, tra cui la salute mentale, il benessere e la qualità delle cure ricevute dalle donne in gravidanza e dai bambini piccoli.

Questo significa che la salute mentale delle madri gioca un ruolo importante nella salute e nello sviluppo del bambino.

Le ricerche mostrano come la depressione nelle madri spesso porti a tassi di immunizzazione bassi, una diminuzione del numero delle visite mediche e una riduzione dell’allattamento al seno. Questo può contribuire ad un aumento delle malattie infantili e avere un effetto negativo sullo sviluppo del bambino.

Supporto psicologico per le madri - il nostro intervento

Spazi dedicati ai bambini

Per rispondere ai bisogni mentali e fisici delle madri e dei bambini, abbiamo sviluppato il programma “Baby Friendly Spaces”.

Questi spazi supportano le donne incinte e le persone che si prendono cura dei bambini sotto i due anni e sono parte del nostro progetto per i rifugiati del Sud Sudan, che vivono nella regione di Gambella in Etiopia.

Il progetto ha lo scopo di fornire supporto psicologico alle madri e offrire cure ai bambini più piccoli, incluso l’allattamento al seno e consigli sullo sviluppo nella prima infanzia e sulla nutrizione.

Il nostro staff incoraggia i bambini a giocare e a svolgere attività che possano rafforzare il legame famigliare e lo sviluppo del bambino.

In questo modo si contribuisce anche a sviluppare capacità genitoriali e a supportare le madri attraverso gruppi di discussione per permettere loro di gestire i sentimenti di stress e rafforzare la loro abilità di prendersi cura dei loro bambini.

Supporto psicologico per madri e bambini - il nostro intervento

I conflitti e la salute mentale

Le persone che vivono in Paesi in cui vi sono conflitti in corso sono spesso forzate a lasciare le proprie case, hanno poche opportunità di lavoro e faticano a trovare il cibo di cui hanno bisogno.

Bangladesh

In seguito alle violenze in Myanmar nell’Agosto del 2017, il più grande flusso di rifugiati Rohingya ad oggi ha attraversato il confine con il Bangladesh. Si stima che 615.500 rifugiati stiano ancora vivendo in condizioni di emergenza nel Cox’s Bazar.

Per le famiglie Rohingya rifugiate, che vivono in enormi campi profughi in Bangladesh, il trauma dello spostamento e l’impatto delle brutali repressioni da parte dei militari sono ancora vivi.

Molti rifugiati hanno usufruito delle nostre sessioni di gestione dello stress e hanno ricevuto un aiuto, singolo o di gruppo, focalizzato ad apprendere a gestire i ricordi delle violenze.

Medio Oriente

I conflitti in Paesi come lo Yemen e la Syria hanno peggiorato le crisi umanitarie nel Medio Oriente. All’inizio del 2020, 42 milioni di persone nella regione avevano bisogno urgente di aiuti umanitari. La pandemia di coronavirus non ha fatto altro che esacerbare una situazione già critica.

Nelle regioni colpite dal conflitto o che si trovano in una condizione di emergenza come quella dovuta alla pandemia di coronavirus, è essenziale che i servizi di assistenza in materia di salute mentale diano alle persone la possibilità di ricostruire le loro vite, trovare un lavoro, guadagnarsi da vivere e supportare le proprie famiglie.

Per continuare ad aiutare le famiglie che sono sopraffatte dalla realtà della pandemia nel Medio Oriente abbiamo adattato i nostri interventi per di fornire un supporto psicologico anche a distanza attraverso chiamate telefoniche.

 

Condividi su
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

RIMANI INFORMATO​

Ricevi le storie, gli approfondimenti e le notizie sui progetti dal campo e le iniziative contro la fame.

"*" indica i campi obbligatori

Nome completo*
Hidden
Informazioni da fornire, ex art. 13, GDPR
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
L’91% delle donazioni
vanno ai programmi
sul campo