news

Marawi, il limbo dopo la guerra

Yuneisa correva certa di una cosa sola: un passo falso poteva costarle la vita. Corse alla prima luce, al suono di schegge e grida di "Allahu Akbar". Passò attraverso il fumo degli edifici in fiamme, evitando i cadaveri che giacevano nelle strade e intere famiglie appesantite dalle loro cose mentre fuggivano. Yuneisa era determinata a fuggire da un incubo: la sua scuola e la sua città erano state sequestrate da membri dello Stato islamico.

Stagione della fame in Sahel

Ogni anno la stagione della fame si ripete nel Sahel tra giugno e settembre, minacciando la vita di migliaia di bambini. Quest'anno tutte le segnalazioni sono salite alle stelle: si teme una siccità  ancora peggiore di quella del 2012, quando c'è stata una delle più grandi crisi alimentari degli ultimi anni. 

In Senegal la peggiore crisi alimentare dal 2012. 750mila persone a rischio

"Questa non è una crisi improvvisa: già a novembre segnalavamo la mancanza di pascoli, che ha fatto avanzare i movimenti di transumanza di migliaia di pastori. Migliaia di donne hanno passato mesi da sole a prendersi cura dei loro figli, senza reddito e senza il latte delle mucche portate in pascoli lontani dai loro mariti.

Waste Upcycle, progetto inclusivo al femminile

Questo articolo è stato pubblicato su Lifegate

"Puoi trarre beneficio dai tuoi rifiuti."

Con questo motto e il sostegno di GIZ, fornitore di servizi di cooperazione internazionale per lo sviluppo sostenibile, abbiamo lavorato con donne giordane e rifugiate siriane a un progetto pluriennale incentrato sulla raccolta e il riutilizzo dei rifiuti.

Emergenza alluvioni in Kenya

Alluvioni improvvise causate da piogge torrenziali hanno provocato in alcune parti del Kenya la distruzione di colture, sistemi di irrigazione e infrastrutture sanitarie, lasciando centinaia di migliaia di persone senza casa, senza reddito agricolo e con una situazione di sicurezza alimentare in rapido deterioramento in molte aree.

Mauritania: più di 600.000 persone resteranno senza cibo

"La popolazione non si è ancora ripresa dalla crisi del 2012 e già una nuova siccità sta mettendo in pericolo la Mauritania: la stagione della fame del 2018 interesserà il 54% in più di persone rispetto al 2017.

Groupon e Azione contro la Fame augurano il meglio alle mamme del mondo

Groupon ha scelto Azione contro la Fame per una giornata di volontariato aziendale aperta a tutti i dipendenti della sede milanese, per sostenere l’iniziativa “Mamme sane, bimbi sani”.

Flying Tiger Copenhagen supporta Azione contro la Fame con una cartolina speciale

 

Dal 1 fino al 13 maggio, in tutti i punti vendita Flying Tiger Copenaghen del Sud Italia, sarà possibile donare 1€ alla cassa per aiutare un bambino malnutrito e ricevere in omaggio la cartolina “Grazie mamma perché…”.

Le ONG internazionali in Yemen sono sconvolte dagli attacchi sui civili

A seguito di altri attacchi indifendibili a civili e infrastrutture civili questa settimana, le organizzazioni internazionali non governative che lavorano in Yemen condannano fermamente l'aumento della violenza in tutto il Paese che sta mettendo gravemente a repentaglio la sicurezza dei civili, delle infrastrutture e degli spazi umanitari.

Come aiutare il futuro della Siria

Prima dell'incontro che si svolgerà da domani a Bruxelles per mobilitare risorse e sostenere il processo di negoziazione per una soluzione politica al conflitto, Azione contro la Fame chiede ai partecipanti di non perdere di vista le necessità umanitarie della popolazione, non solo in termini economici.

Pagine

Abbonamento a RSS - news
"