Mai Più Fame: il manifesto

Firma il manifesto

Firma il manifesto!

Chiediamo che sia garantito a tutti, in Italia e nel mondo, il diritto al cibo, all'acqua e ai mezzi necessari per garantire la salute e il benessere proprio e della propria famiglia. La fame è creata dall’uomo con conflitti, diseguaglianze e cambiamenti climatici. Chiedi ai leader politici di agire subito per contrastare le ragioni strutturali della fame.

"*" indica i campi obbligatori

Nome completo*
Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Hidden
Informazioni da fornire, ex art. 13, GDPR

i primi firmatari

Miriam Candurro, Ferruccio De Bortoli, Tiziano Ferro, Peter Gomez, Germano Lanzoni, Chiara Maci, Federica Pellegrini, Carlo Petrini e Dario Vergassola sono i primi firmatari del Manifesto “Mai più fame”, insieme a tante altre personalità del mondo dello spettacolo, del giornalismo e dell’attivismo.

Primi firmatari Mai Più Fame

Aiutaci a rispondere nelle emergenze e a lottare contro le cause strutturali. La tua firma è importante!
Se vuoi, puoi anche fare una donazione e portare il tuo aiuto subito dove c’è più bisogno.

600 Mln
persone nel mondo che soffrono la fame
80 Mln
bambini che soffrono di malnutrizione cronica
0 Mln
bambini sotto i 5 anni che ogni anno muoiono a causa della malnutrizione

ANCHE IN ITALIA

La pandemia ha portanto altri milioni di donne, uomini e bambini ad una crisi alimentare senza precedenti
e diffusa ovunque, anche nel nostro Paese.

insieme possiamo farcela

Siamo la prima generazione nella storia che può eliminare la fame.

Il nostro pianeta può produrre cibo a sufficienza per tutti.
Abbiamo progetti efficaci per consentire alle comunità vulnerabili di essere autosufficienti.
Abbiamo cure per guarire i bambini malnutriti.

LE 4 AZIONI PER LIBERARE IL MONDO DALLA FAME.

  1. Riconoscere l’accesso al cibo e ad una sana alimentazione come diritto fondamentale di ogni individuo e porre la lotta alla fame e alla malnutrizione infantile come priorità nazionale ed internazionale di ogni governo.
  2. Fermare l’utilizzo della fame come arma di guerra e proteggere i civili dalle devastanti conseguenze dei conflitti.
  3. Contrastare le disuguaglianze, garantire l’accesso universale ai servizi di base e promuovere il ruolo delle donne come motore della sicurezza alimentare e del benessere della famiglia.
  4. Fermare il cambiamento climatico e trasformare i nostri sistemi alimentari per renderli più equi, resilienti e sostenibili.

RACCOMANDAZIONI PER IL GOVERNO ITALIANO.

  • Assicurare un fondo di solidarietà alimentare e sostegno alle famiglie adeguato ai bisogni delle fasce deboli della popolazione.
  • Aumentare progressivamente l’Aiuto Pubblico allo Sviluppo per la cooperazione internazionale fino a raggiungere lo 0,7 per cento del PIL entro il 2030.
  • Adoperarsi per la piena implementazione della “Risoluzione 2417”, adottata all’unanimità dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che riconosce il legame tra conflitti e fame e sanziona l’uso di quest’ultima come arma di guerra.
  • Facilitare e proteggere l’azione umanitaria nelle aree di conflitto in favore delle comunità vulnerabili.
  • Promuovere l’empowerment femminile garantendo la copertura sanitaria e la protezione sociale universale e l’accesso delle donne all’educazione, alla salute e alla gestione delle risorse familiari garantendo la copertura sanitaria globale.
  • Dare nuovo impulso agli Accordi di Parigi del 2015 per contenere il surriscaldamento globale entro +1,5°C.
  • Promuovere lo sviluppo prioritario dell’agroecologia come strumento per assicurare sicurezza alimentare, nutrizione e sostenibilità, soprattutto per le popolazioni più vulnerabili.

LE ATTIVITÀ SUL CAMPO

La campagna Mai più Fame sostiene attività sul campo in Sahel, India, Libano, Repubblica Democratica del Congo e Italia

Condividi su
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

RIMANI INFORMATO​

Ricevi le storie, gli approfondimenti e le notizie sui progetti dal campo e le iniziative contro la fame.

"*" indica i campi obbligatori

Nome completo*
Hidden
Informazioni da fornire, ex art. 13, GDPR
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
L’91% delle donazioni
vanno ai programmi
sul campo