Domande Frequenti | Azione contro la Fame

Domande Frequenti

Domande frequenti corsa contro la fame

 


LA SCUOLA ORGANIZZA GIÀ UN’ALTRA CORSA. POSSIAMO UNIRE LE DUE COSE?

La Corsa contro la Fame è soprattutto un progetto didattico e non una competizione. Molte scuole la inseriscono in giornate dello sport già esistenti o corse campestri proprio per conferire un valore aggiunto.

LA SCUOLA NON HA SPAZI ADEGUATI. COME POSSIAMO FARE?

La Corsa contro la Fame è studiata per adattarsi alle esigenze e gli spazi della scuola. Alcuni Istituti decidono di farla in palestra, altri in un campo sportivo oppure una camminata per le vie della Città.

POSSONO PARTECIPARE LE SCUOLE DELL’INFANZIA?

Certamente. Lo staff di Azione contro la Fame fornirà tutti i materiali per la Corsa e i Passaporti solidali. Solitamente con i bimbi dell’infanzia non viene fatta la lezione in classe, ma vengono lasciati direttamente i materiali didattici alle maestre.

GLI INSEGNANTI PREFERISCONO NON OCCUPARSI DELLA GESTIONE DELLA RACCOLTA. COME POSSIAMO FARE?

Alcune scuole decidono di delegare la parte della raccolta ai rappresentanti dei genitori. È una cosa che non prende tanto tempo e fino ad oggi hanno sempre trovato qualcuno disponibile a farlo. In alternativa si crea un salvadanaio in amministrazione dove i ragazzi possono mettere le sponsorizzazioni raccolte dopo la Corsa, senza passare dai docenti.

POSSONO PARTECIPARE I GENITORI ALLA CORSA?

Certo, la Corsa è organizzata dalla scuola e la scuola può decidere di far partecipare chi preferisce.

POSSIAMO FARE UNA PASSEGGIATA IN PAESE ANZICHÉ UN PERCORSO A GIRI?

Certamente, molte scuole decidono di fare una passeggiata. In tal caso anziché contare i giri, si possono contare delle tappe lungo il percorso, oppure i chilometri fatti.

NELLA DATA INDICATA, LA SCUOLA HA GIA’ ALTRI IMPEGNI. COME POSSIAMO FARE?

La data della Corsa è flessibile. Azione contro la Fame indica una data nazionale, dopodiché le scuole hanno la flessibilità di organizzare la corsa nella data che preferiscono. L’organizzazione consiglia di anticipare la data anziché posticiparla. Molte scuole decidono di farla ad aprile o a marzo.

COME FACCIAMO A SAPERE SE I SOLDI SONO ANDATI A BUON FINE?

Azione contro la Fame rilascia alla scuola un attestato indicando la donazione e quali azioni concrete si riusciranno a fare con quella cifra. Sul sito è possibile monitorare lo stato di tutti progetti attivi, le persone impiegate e quelle aiutate.

POSSO SAPERE QUALI SCUOLE HANNO PARTECIPATO VICINO A NOI?

Poco sotto puoi trovare la mappa aggiornata di tutte le scuole che hanno partecipato alla corsa nelle scorse edizioni. Puoi anche richiedere l’elenco delle scuole via email e saremo lieti di fornirtelo.

NON SAPPIAMO SE POTREMO RIUNIRE LE CLASSI.

La flessibilità è alla base del progetto della Corsa contro la Fame. Sia per le lezioni in classe, sia per l'evento finale, diamo la possibilità di scegliere fra diverse opzioni che vadano a evitare gli assembramenti, in linea con le direttive ministeriali.

NON SAPPIAMO SE POTREMO FARE UNA CORSA, PER MOTIVI DI ASSEMBRAMENTO.

L’evento finale, ancor più in questa situazione, acquista un valore simbolico di impegno per aiutare gli altri. Impegno non significa solo correre, ma può voler dire camminare, saltare e molto altro ancora. Per questo, qualora non sia possibile organizzare una corsa o una camminata tutti assieme, abbiamo preparato una challenge di 10 attività fisiche che i ragazzi possono fare individualmente anche in palestra durante le ore di educazione fisica.

CHE SUCCEDE SE NON POTREMO FAR ENTRARE EDUCATORI ESTERNI?

A fronte dell’esperienza degli anni precedenti, i nostri educatori sono pronti a svolgere didattiche anche a distanza, utilizzando la LIM o altri strumenti nelle diverse classi. Sarà la scuola a scegliere la modalità che preferisce.

 
 
 

CONTATTI

 

 

 

 

Alessio

Maria

 

 

 lacorsa@azionecontrolafame.it

 02 83626108

"