La situazione in Afghanistan oggi: il bilancio della situazione, un anno dopo

15 Agosto 2022

IN SEGUITO AGLI EVENTI DEL 15 AGOSTO 2021, PIÙ DI 1 MILIONE DI PERSONE HA LASCIATO L'AFGHANISTAN PER DIRIGERSI VERSO PAESI VICINI COME L'IRAN E IL PAKISTAN.

La situazione in Afghanistan oggi: la crisi economica

La situazione economica è drammatica. I prodotti locali sono di qualità inferiore rispetto a quelli importati da altri Paesi a causa dell’estrema siccità che incide gravemente sull’agricoltura locale.
La maggior parte dei prodotti viene importata dall’Iran, dal Pakistan o da altri Paesi, anche se a prezzi molto elevati.

Inoltre, da un anno a questa parte, le possibilità economiche della popolazione si sono ridotte perché molte persone non ricevono gli stipendi o si sono trovate senza lavoro.

La situazione in Afghanistan oggi: i bisogni umanitari

  • Oltre 24 milioni di persone hanno attualmente bisogno di assistenza umanitaria, con un aumento del 35% rispetto allo scorso anno.
  • Si stima che attualmente 8,7 milioni di persone in Afghanistan siano sull’orlo della carestia.
  • A marzo 2022, il Coordinatore Residente e Umanitario delle Nazioni Unite ha dichiarato che il 95% della popolazione non ha cibo a sufficienza.
  • Oltre 130.000 bambini rischiano di morire per malnutrizione acuta.
Dopo decenni di conflitti, calamità naturali, accesso limitato ai servizi di base, povertà cronica, siccità e pandemia da Covid-19, negli ultimi anni i bisogni umanitari in Afghanistan sono aumentati vertiginosamente. I recenti sviluppi politici, seguiti a un periodo di siccità e a pesanti combattimenti, hanno spinto il Paese in una crisi economica profonda, peggiorata dalle conseguenze del terremoto che ha colpito il Paese lo scorso 22 giugno.

Azione contro la Fame in Afghanistan

Dal 1995 noi di Azione contro la Fame attuiamo programmi salvavita e a lungo termine in Afghanistan.
La missione attuale vede impiegate circa 900 persone a Kabul e nelle quattro basi operative di Helmand, Ghor, Daykundi e Badakhshan. Le nostre équipe si occupano di contrastare le malnutrizione e lottare contro l’insicurezza alimentare e forniscono l’accesso ai servizi sanitari di base.

Nelle prime settimane dopo il grave sisma del 22 giugno scorso, siamo riusciti ad aiutare oltre 1.200 persone e le loro famiglie, nelle aree più duramente colpite.

Con una donazione, puoi aiutarci a intervenire nelle emergenze. Il tuo contributo può fare la differenza per tutte le persone colpite dalle crisi, come il terremoto in Afghanistan.

Condividi su
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su linkedin
LinkedIn
Condividi su whatsapp
WhatsApp

RIMANI INFORMATO​

Ricevi le storie, gli approfondimenti e le notizie sui progetti dal campo e le iniziative contro la fame.

"*" indica i campi obbligatori

Nome completo*
Hidden
Informazioni da fornire, ex art. 13, GDPR
Questo campo serve per la convalida e dovrebbe essere lasciato inalterato.
L’91% delle donazioni
vanno ai programmi
sul campo