Sierra Leone

© Fatima Hrich, ACF Sierra Leone
Global Hunger Index: 
Allarmante
Popolazione 
6.5 milioni
Il nostro team 
169 Il nostro team
Beneficiari 
139 931 Beneficiari

La sanguinosa guerra civile durata dieci anni - e conclusasi nel 2011 - ha provocato in Sierra Leone oltre 50.000 morti, distrutto l’economia e le infrastrutture dell’intero Paese e ha forzato oltre 2 milioni di persone a scappare dalle proprie case. Migliaia di bambini sono stati costretti a diventare soldati e prostitute dai ribelli che spesso mutilavano i civili inermi. 

Dalla fine del conflitto i progressi sono stati molti. Nel 2013 la Sierra Leone occupava il 59° posto (su 169), nella classifica dei Paesi più pacifici del mondo secondo l’Indice della Pace Globale. Il Paese ha registrato anche segni di crescita economica e molti dei profughi sono tornati nelle loro case.

Tuttavia, la Sierra Leone rimane molto vulnerabile, con la crisi dell'Ebola che ha ulteriormente indebolito il paese. Questa crisi e l'inflazione dilagante, nel 2017, hanno avuto un impatto sulla sicurezza alimentare del paese. La malnutrizione cronica rimane un problema con il 31,3% della popolazione che ne soffre e il 30% degli abitanti delle città in sovrappeso. 

Anche la mancanza di accesso ai servizi di base è un problema: il 28 percento non ha accesso all'acqua pulita e l'80 percento non ha accesso alle latrine.

Nell'agosto 2017, alluvioni e una colata di fango hanno colpito la capitale, causando almeno 500 morti, con altri 800 dispersi. In risposta, i nostri team si sono schierati a Freetown per fornire interventi di emergenza idrica e igienico-sanitaria. Hanno inoltre condotto attività di promozione dell'igiene, costruito sistemi di approvvigionamento idrico, di energia solare e latrine, e hanno implementato attività di riduzione del rischio di catastrofi.

Il nostro team nutrizionale e sanitario ha sensibilizzato le comunità sulle buone pratiche igieniche e nutrizionali e ha trattato la malnutrizione in 70 centri sanitari e 30 centri di cura. Abbiamo anche riabilitato strutture idriche, fornito materiale medico e rafforzato la capacità degli operatori sanitari. Sono stati implementati con successo progetti di sicurezza alimentare e attività di promozione della salute e dell'igiene. Infine, abbiamo continuato a combattere la denutrizione attraverso il lavoro di advocacy sulle politiche di salute e nutrizione.

La tua donazione mensile può salvare la vita!

Newsletter

Iscriviti alla nostra newsletter e resta sempre aggiornato

50.374
Persone che hanno avuto accesso ad acqua potabile e servizi igienici 
56.323
Persone che hanno ricevuto supporto nutrizionale 
33.234
Persone aiutate a migliorare le proprie capacitĂ  di sostentamento
"