news | Blog Categories | Azione contro la Fame - Page 43

news

2016-2025, dieci anni per agire sulla nutrizione

L’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha stabilito che il decennio dal 2016 al 2025 sarà dedicato all’azione sulla nutrizione, ponendo solide basi per combattere la malnutrizione infantile e mettere la parola fine alla fame nel mondo una volta per tutte. 

“Abbiamo accolto molto positivamente la decisione delle Nazioni Unite, insieme alle altre organizzazioni che hanno preso un impegno alla seconda Conferenza Internazionale sulla Nutrizione, che si è tenuta a Roma nel 2014” ha commentato Glen Tarman, Advocacy Director di Azione contro la Fame. 

In Etiopia si combatte contro El Niño

“Quando vedo i miei bambini in queste condizioni, da padre, posso solo abbassare la testa per la vergogna”. A pronunciare queste parole è Tasou Markou, 27 anni, che vive in Etiopia a S’baji. Per raggiungere il suo villaggio, bisogna attraversare il fiume Tekezé e poi camminare per diverse ore a piedi. Tasou ci accompagna nel viaggio a dorso di mulo mentre ci racconta di suo figlio di sei mesi, che riceve gli aiuti di Azione contro la Fame.

Il buono pasto che fa del bene

Dopo il successo dell’iniziativa in Francia, muove i primi passi anche in Italia il progetto “1 Buono, 1 Dono”, in collaborazione con Day. 

Grazie a questo progetto, i dipendenti delle aziende che usano i buoni pasto Day e aderiscono all’iniziativa possono donare buoni pasto ad Azione contro la Fame, consegnandoli al proprio ufficio del personale il quale a sua volta li invierà ogni tre mesi a Day, che provvederà a donarli in favore dei nostri progetti salvavita. 

I risultati di Ristoranti contro la Fame

È tempo di bilanci per Ristoranti contro la Fame, la campagna di Azione contro la Fame che dal 16 ottobre al 16 dicembre ha coinvolto 185 ristoranti in tutta Italia e 30 chef ambasciatori. I clienti dei ristoranti aderenti hanno potuto donare due euro aggiungendoli al proprio conto, con anche la possibilità di scegliere un piatto o menù solidale, al quale era il ristorante ad associare una propria donazione.

L'indipendenza delle donne Badajo nelle Filippine

Al giorno d'oggi esiste una convinzione radicata nelle donne Badjao: leggere, scrivere e saper contare sono abilità necessarie.

Il lavoro di Ruma a fianco delle donne

Ruma Begum, 27 anni, lavora dal 2011 al fianco di Azione contro la Fame, e dal maggio 2014 fa la formatrice per la prevenzione dei rischi e delle catastrofi. Con sede a Taltali Upazila, nel distretto di Barguna, Ruma lavora a stretto contatto con gruppi di donne in dieci diversi villaggi. Ogni giorno cerca di aumentare la consapevolezza sulle pratiche di sicurezza da adottare durante le catastrofi e le crisi a cui le comunità possono essere esposte. 

Dieci grandi Chef per una cena solidale

Un appuntamento da non perdere: una cena di dieci portate a cura di dieci chef tra i migliori in Italia per finanziare i progetti di Azione contro la Fame! Un evento esclusivo e solidale il programma lunedì 14 marzo al Ristorante Unico di Milano. 

Assistenza per l’inverno ai profughi siriani

Quest’anno 2240 rifugiati siriani e 960 giordani hanno ricevuto aiuti in denaro da Azione contro la Fame: grazie a queste somme, tante famiglie sono riuscite a risparmiare le risorse a propria disposizione e a soddisfare i bisogni elementari, come il cibo o l’affitto per un rifugio. Con il supporto di carte bancomat, i rifugiati hanno potuto comprare stufe a gas per riscaldarsi nel corso dei mesi invernali.

Una situazione destinata a peggiorare

Sud Sudan, 40.000 vite in pericolo per una crisi alimentare

Secondo un recente rapporto dell’Integrated Food Security Phase Classification (IPC), 40.000 persone in un’area perseguitata da un sanguinoso conflitto in Sud Sudan soffrono la fame e hanno immediatamente bisogno di aiuti urgenti. 

Azione contro la Fame vuole richiamare l’attenzione internazionale su questo problema, chiedendo di poter accedere alle zone di Unità, di Jonglei e dell’Alto Nilo e assicurare assistenza umanitaria alla popolazione. 

Malawi, 500.000 bambini a rischio malnutrizione

Tutto è cominciato tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015, con la siccità e una quantità insolita di piogge che hanno danneggiato le coltivazioni in Malawi, e la situazione è peggiorata nello scorso anno. Secondo alcune stime*, circa 2,8 milioni di persone nel Paese si trovano a fare i conti con una grave mancanza di cibo e hanno urgentemente bisogno di aiuti. Tra questi, 537.000 sono bambini con meno di cinque anni.

Pagine

Abbonamento a RSS - news
"