news | Blog Categories | Azione contro la Fame - Page 43

news

Sopravvivere in un campo per sfollati in Somalia

Negli ultimi due decenni, oltre 1 milione di persone sono state forzate a fuggire dai terribili combattimenti e dalla siccità cronica che hanno colpito la Somalia. Ma è dall'anno scorso che la situazione umanitaria in Somalia è peggiorata rapidamente. Due stagioni consecutive con carenza di pioggia e ridotto accesso umanitario hanno ulteriormente aggravato la situazione.

Arriva in Italia RISTORANTI CONTRO LA FAME!

 Forte del successo avuto in Regno Unito e in Spagna, arriva in Italia la campagna "Ristoranti contro la Fame". L'iniziativa prevede la partecipazione di ristoranti e chef che, insieme ai loro clienti, sosterranno Azione contro la Fame nella lotta contro la malnutrizione nei 47 paesi del mondo dove l'organizzazione è attiva.

In cosa consiste la campagna:

EMERGENZA RIFUGIATI SIRIANI

 

La crisi siriana, vicina al suo quinto anniversario, è un’emergenza che si aggrava sempre più: oltre 12 milioni le persone colpite all'interno del paese e più di quattro milioni i siriani che sono stati costretti a rifugiarsi nei paesi vicini; migliaia le famiglie che cominciano ad arrivare anche alle porte dell’Europa.

Il numero complessivo di persone che fuggono dalla Siria è maggiore del numero di profughi della Seconda Guerra Mondiale.

World Humanitarian Day

Il “World Humanitarian Day” (WHD, Giornata Mondiale Umanitaria) è una ricorrenza decisa nel 2008 dalle Nazioni Unite e si celebra il 19 Agosto di ogni anno. E' stata scelta questa data perché proprio in quel giorno, nel 2003, sono stati uccisi 22 operatori umanitari a causa di un bombardamento nella sede ONU di Baghdad. E' un giorno per commemorare tutte le persone che hanno perso la vita mentre erano al servizio della comunità e per celebrare lo spirito che guida l'intervento umanitario nel mondo.

Un momento cruciale in Sud Sudan per lottare contro la fame

In occasione del suo soggiorno africano, il presidente americano Barack Obama ha denunciato la spirale di violenza nella quale si trova invischiato il Sud Sudan. Il conflitto, scoppiato nel Dicembre del 2013 ha provocato oltre 2 milioni di sfollati, di cui 500.000 si sono rifugiati nei paesi vicini e continua a tormentare il paese. Azione contro la Fame interviene da più di 20 anni al fianco delle popolazioni più vulnerabili che vivono nel luogo che è ufficialmente il Sud Sudan dal Luglio 2011.

Myanmar: è partita la risposta d'emergenza dopo le piogge torrenziali

Dopo il passaggio del ciclone tropicale Komen, le piogge torrenziali hanno provocato in Myanmar inondazioni e frane. Secondo le ultime dichiarazioni delle autorità, più di 250.000 persone sono state colpite dalle inondazioni, in particolare negli stati di Rakhine, Sagaing e Kachin, nell'Ovest del paese. Il governo ha dichiarato lo stato d'emergenza in diverse regioni e chiede assistenza internazionale.

Azione contro la Fame ad Expo per vincere la malnutrizione nel mondo

Simone Garroni, direttore generale di Azione contro la Fame Italia, spiega come sia possibile raggiungere l'obiettivo di eliminare la fame nel mondo.

Direttamente dalla Cascina Triulza di Expo 2015, dove Azione contro la Fame è presente con un suo stand espositivo, Simone Garroni indica come la morte per malnutrizione possa essere evitata attraverso prodotti terapeutici adeguati.

UN APPROCCIO INTEGRATO PER LA SICUREZZA ALIMENTARE AD HAITI

Il progetto "Kore Lavi" migliora la sicurezza alimentare delle persone più vulnerabili - donne e bambini -  e cerca una soluzione di lungo periodo alla malnutrizione, rafforzando la protezione sociale e fornendo voucher alimentari a donne incinta e a madri di bambini appena nati. Attivo in 20 località di Haiti, il progetto Kore Lavi vuole espandersi dovunque ce ne sia bisogno.

Le vite dei rifugiati siriani nei campi del Kurdistan Iracheno

Da oltre un anno, la crisi che ho colpito l'Iraq ha provocato 2 milioni di sfollati all'interno del paese mettendo da parte, a poco a poco, la situazione di circa 250.000 rifugiati siriani nel Kurdistan Iracheno. I combattimenti nella regione di Kobane, nel nord della Siria, hanno causato migliaia di sfollati e molti di loro hanno fatto un lungo cammino attraverso la Turchia fino al Kurdistan Iracheno. Nel campo di Darashakran, vicino ad Erbil, circa 10.000 persone provano a ricostruire le loro vite, lontani dal loro paese.

Yemen: la tregua violata e il paese affonda nella violenza

La spirale della violenza

Mentre nessuna prospettiva di pace sembra essere in vista, lo Yemen si ritova trascinato in una spirale di violenza di cui le vittime sono sempre e ancora i civili stretti fra i combattimenti, gli attacchi aerei e la scarsità cronica di cibo e di carburante. Il blocco navale, aereo e terrestre continua a frenare gli approvvigionamenti del paese ed aggrava ancora di più una situazione già critica.

Pagine

Abbonamento a RSS - news
"