Colombia

VENEZUELA: OGNI GIORNO 25.000 PERSONE AI CONFINI CON LA COLOMBIA

È il movimento di persone più veloce negli ultimi decenni. Sono otto i posti di frontiera ufficiali tra Venezuela e Colombia, ma ci sono più di 300 percorsi di accesso non controllati e si stima quindi che una grande parte di migranti non sia registrata.

Un anno di Azione contro la Fame in foto: 2018

A pochi giorni dall'inizio di un nuovo anno, abbiamo voluto selezionare alcuni dei più bei messaggi di speranza che ci hanno toccato nel 2018: sorrisi, gesti di umanità e prove di solidarietà che rendono speciale il lavoro  quotidiano di Azione contro la Fame.

Venezuela: oltre due milioni e mezzo di migranti

  • 2,6 milioni di venezuelani hanno lasciato il paese dal 2014. Più di 2 milioni si sono spostati nei Paesi limitrofi.
  • La Colombia ha accolto più di un milione di migranti venezuelani e il Perù mezzo milione. Entrambi i Paesi potrebbero veder triplicare la presenza di venezuelani entro la fine del 2019.
  • "Lo sforzo compiuto dai Paesi di una regione che non ha ancora sradicato la fame è enorme, la comunità internazionale non può guardare dall'altra parte"

PIÙ DI UN MILIONE DI VENEZUELANI HANNO BISOGNO DI AIUTI UMANITARI IN COLOMBIA

  • Le cifre ufficiali parlano di 1.1 milioni di venezuelani  entrati in Colombia, la metà circa per rimanere nel Paese e il resto per proseguire verso l’Ecuador, il Perù o il Brasile. In totale, 2.3 milioni di persone (considerando le cifre ufficiali) hanno lasciato il Venezuela.
  • La maggior parte di loro vive per strada, senza accesso garantito al cibo e ai servizi sanitari.. I casi di violenza sessuale sono  aumentati rendendo le donne un gruppo particolarmente  vulnerabile.

Un anno di Azione contro la Fame in foto: 2017

Un omaggio all'enorme coraggio e alla dignità delle persone con cui siamo onorati di collaborare nella nostra lotta per porre fine alla fame. Attraverso una selezione di alcune delle nostre foto più potenti, riflettiamo sul 2017, un anno che ci ha sfidato, rafforzato e ispirato. 

BANGLADESH

La Colombia non avrà pace senza un aiuto umanitario

La pace non può ancora cantare vittoria in Colombia. Più di sei mesi dopo la ratifica dell'accordo, le sfide (anticipate e inattese) continuano ad affiorare lungo un cammino che nessuna delle organizzazioni umanitarie presenti nel Paese percepisce come facile.

Colombia, un mese dopo

"Mocoa continua ad aver bisogno d'aiuto, quasi un mese dopo l'inizio dell'emergenza. Allo stato attuale ci sono ancora persone in rifugi o in case di accoglienza,

Frana in Colombia: Azione contro la Fame risponde

Il governo colombiano ha dichiarato lo stato di emergenza nella regione di Putumayo in Colombia, dopo che le forti piogge hanno innescato inondazioni improvvise e una frana nella città di Mocoa, uccidendo più di 250 persone, tra cui molti bambini. I dispersi sono oltre un centinaio e il bilancio delle vittime è in aumento.

Colombia

Il processo di costruzione della pace in Colombia si sta trascinando, mentre la violenza e gli spostamenti continuano, come risultato di gruppi armati vecchi e nuovi nel contesto di una riconfigurazione dei poteri e delle dinamiche all'interno delle comunità.

Nonostante questo, le risorse disponibili per soddisfare le esigenze umanitarie sono diminuite e i fondi per la costruzione della pace non sono ancora stati finalizzati.

Abbonamento a RSS - Colombia
"