Nigeria

AZIONE CONTRO LA FAME RIPRENDE LE SUE ATTIVITĂ€ UMANITARIE IN NIGERIA

 Azione contro la Fame è lieta di annunciare che la sospensione delle sue attività nella Nigeria nord-orientale è stata temporaneamente revocata.

NIGERIA: UCCISO UNO DEGLI OSTAGGI RAPITI LO SCORSO LUGLIO

Azione contro la Fame denuncia l’uccisione di uno dei 6 ostaggi rapiti in Nigeria il 18 luglio scorso.

Il gruppo armato che tiene prigioniero un operatore di Azione contro la Fame, due autisti e tre membri del personale del ministero della salute, ha giustiziato uno degli ostaggi.

NIGERIA: AZIONE CONTRO LA FAME OBBLIGATA A CHIUDERE IL SUO UFFICIO A MAIDUGURI

Il 18 settembre i soldati dell'esercito nigeriano hanno ordinato ad Azione contro la Fame di chiudere la sua sede principale di Maiduguri, nello stato del Borno, nella Nigeria nordorientale.

DICHIARAZIONE SULL'INCIDENTE CHE HA COLPITO UN CONVOGLIO UMANITARIO NELLO STATO DEL BORNO, NIGERIA

Rapimento di un operatore di Azione contro la Fame in Nigeria. Aggiornamento del 25 luglio 2019

CAMERUN, NUOVA ONDATA DI PROFUGHI NIGERIANI. ALLARME MALNUTRIZIONE

L'attacco che il 14 gennaio scorso ha devastato la cittĂ  di Rann, nel nord-est della Nigeria, ha spinto circa 30.000 persone a trovare rifugio nella regione di Goura, in Camerun. Per la maggior parte si tratta da donne, bambini e anziani.

Nuovi attacchi nel Borno costringono migliaia alla fuga

Azione contro la Fame ha dato il via a una risposta di emergenza per le oltre 50.000 persone sfollate a Monguno nella regione del Borno, in Nigeria. Il massiccio movimento di persone a Monguno è iniziato dopo che gruppi armati non statali hanno attaccato una base militare a Baga il 26 dicembre, portando le persone a spostarsi da tutta l'area del governo locale di Kukawa (LGA) a Monguno.

Guerra e Fame: dati allarmanti

“La guerra crea fame e la fame scatena conflitti; i dati allarmanti del nostro rapporto confermano un legame strettissimo e devastante tra guerra e fame.

Giornata mondiale del Rifugiato

La Giornata Mondiale del Rifugiato viene celebrata ogni 20 giugno, per commemorare tutte le persone che sono state costrette a fuggire dalle loro case. Secondo i dati dell’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati sono 66 milioni gli sfollati forzati nel mondo. Oltre a questa cifra, ci sono altri dati che vale la pena ribadire in questo giorno:

Stagione della fame in Sahel

Ogni anno la stagione della fame si ripete nel Sahel tra giugno e settembre, minacciando la vita di migliaia di bambini. Quest'anno tutte le segnalazioni sono salite alle stelle: si teme una siccità  ancora peggiore di quella del 2012, quando c'è stata una delle più grandi crisi alimentari degli ultimi anni. 

Situazione critica in Nigeria

Il terribile conflitto tra le forze di sicurezza e il gruppo terroristico Boko Haram in Nigeria sta causando una crisi alimentare senza precedenti nel nordest del Paese. 

Gli abitanti della zona sono stati sradicati a causa delle violenze, ritrovandosi senza riparo, senza risorse e senza cibo. 

Pagine

Abbonamento a RSS - Nigeria
"