Africa

Burkina Faso

Il Burkina Faso sta affrontando sfide importanti nell'accesso al lavoro, nell'istruzione e nell'assistenza sanitaria; inoltre la popolazione è particolarmente esposta ai cambiamenti climatici, come inondazioni, siccità e piaghe da cavallette.

© Emeraude Gobin, ACF Burkina Faso

Per saperne di più »

Chad

C. Lionnet, ACF Chad

Per saperne di più »

Costa d'Avorio

Nel 2002, anno in cui Azione contro la Fame ha iniziato l'attività in Costa d’Avorio, il Paese era diviso: il nord era in mano ai ribelli, mentre il sud veniva controllato dal governo. 

Foto: Sebastien Dujindam

Per saperne di più »

Etiopia

Sebbene l'economia dell'Etiopia sia cresciuta rapidamente negli ultimi anni, molti dei cittadini più vulnerabili del paese non hanno sperimentato i benefici di questa ripresa finanziaria e rimangono dipendenti dagli aiuti internazionali. 

Foto: Lea Vollet

Per saperne di più »

Gibuti

Un piccolo paese povero di risorse situato nell'Africa orientale, il Gibuti si basa quasi interamente sull'importazione di cibo e risorse naturali, una situazione aggravata dalle gravi siccità in tutta la regione. Data la sua posizione, Gibuti funge da hub di spedizione p

© Camille Biet, ACF Gibuti

Per saperne di più »

Guinea

La Guinea occidentale è uno degli stati più poveri del continente africano, con gran parte della popolazione che vive in condizioni molto precarie, con un accesso al cibo e alle terapie alimentari molto limitato. L’aspettativa di vita in media è di appena 55 anni.

© ACF Guinea

Per saperne di più »

Kenya

Il Kenya ha una delle più grandi economie dell’Africa centrale e orientale, oltre a un settore agricolo forte. Purtroppo la disparità nella distribuzione della ricchezza costringe metà della popolazione a vivere sotto la soglia di povertà. 

Foto: Lys Arango. West Pokot

Per saperne di più »

Liberia

La Liberia ha sofferto molto durante la guerra civile di 14 anni che ha lacerato il paese. Nonostante la fine formale delle ostilità con l'accordo di pace di Accra del 2003, gli effetti di questo conflitto prolungato e devastante possono ancora essere visti oggi, mentre i liberiani affrontano un'

Foto: Agnes Varraine Leca

Per saperne di più »

Madagascar

Il Madagascar è uno dei paesi più poveri del mondo: quasi l'80% della popolazione vive con meno di 2 dollari al giorno.

L'ultima crisi politica nel 2009-2013 ha avuto impatti molto negativi sull'economia e sui sistemi sanitari.

Foto: Simone Garroni

Per saperne di più »

Mali

In Mali, oltre la metà della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà. La povertà in questo paese deriva da problemi geografici e sociali. Due terzi del paese è un deserto o semi-deserto che sperimenta lunghi periodi annuali di siccità. Mentre le popolazioni v

Foto: Ben Stevens

Per saperne di più »

Mauritania

La Mauritania è un Paese il cui territorio è per la maggior parte desertico o semi-desertico e questo provoca una grande dipendenza dai cereali importati dall'estero, e che rappresentano fino al 70% del consumo totale.

© Francois Lenoir, ACF Mauritania

Per saperne di più »

Niger

Privo di sbocchi sul mare e con pochi terreni coltivabili, il Niger è tra i Paesi più poveri del mondo.L’economia si basa per l’80% sull’agricoltura di sussistenza e l’allevamento del bestiame.

© S. Hauenstein Swan, ACF Niger

Per saperne di più »

Nigeria

Il conflitto nella Nigeria nord-orientale ha causato un aggravarsi della crisi umanitaria, devastando la popolazione civile.

Foto: Guy Calaf

Per saperne di più »

Repubblica Centrafricana

La Repubblica Centrafricana, un Paese senza sbocco sul mare, è una delle nazioni più povere del mondo, situata in una regione estremamente instabile e assediata da costante instabilità politica e sconvolgimenti, tra cui un colpo di stato nel 2013, quando il governo è stato rovesciato tra

© B. Cichon, ACF CAR

Per saperne di più »

Repubblica Democratica del Congo

Con una popolazione di 65 milioni di persone, la Repubblica Democratica del Congo è uno dei Paesi più grandi del continente africano. 

© S.Vidyarthi, ACF RDC

Per saperne di più »

Senegal

Nonostante abbia una delle economie più stabili dell’Africa occidentale, il Senegal ha anche elevati tassi di povertà e disoccupazione, con circa la metà della popolazione che vive sotto la soglia di povertà.

Foto: Andrew Parsons

Per saperne di più »

Sierra Leone

La sanguinosa guerra civile durata dieci anni - e conclusasi nel 2011 - ha provocato in Sierra Leone oltre 50.000 morti, distrutto l’economia e le infrastrutture dell’intero Paese e ha forzato oltre 2 milioni di persone a scappare dalle proprie case.

© Fatima Hrich, ACF Sierra Leone

Per saperne di più »

Somalia

Colpita da siccità ricorrenti, da croniche carenze di cibo e tormentata da oltre 20 anni di guerra quasi ininterrotta, la Somalia è una delle aree più pericolose al mondo per le missioni umanitarie. 

Foto: Fardosa Hussein

Per saperne di più »

Sud Sudan

Nel luglio 2011, il Sud Sudan ha ottenuto l'indipendenza dalla Repubblica del Sudan ed è diventato il paese più giovane del mondo. Ha vaste riserve petrolifere e comprende una delle più ricche aree agricole dell'Africa, nonostante abbia lottato per oltre due decenni con la guerra e la povertà est

@AndrewParsons

Per saperne di più »

Uganda

L'Uganda ha continuato a lottare con una lenta crescita economica, un flusso costante di rifugiati dai conflitti nel vicino Sud Sudan e nella parte orientale della Repubblica Democratica del Congo, e la persistente instabilità di una lotta di due decenni contro l'Esercito di resistenza del Signor

© T. Frank, ACF Uganda

Per saperne di più »

Zimbawe

Sin dall’indipendenza nel 1980, lo Zimbawe ha avuto una situazione politica tesa, un’economia estremamente instabile – con emissione di cartamoneta per miliardi di dollari e tassi di inflazione altissimi – ed è stato colpito molto duramente dalla diffusione di

Per saperne di più »

"